Guida Completa All’Esame di Maturità 2024

Un'aula con dei banchi e delle sedie disposte in modo ordinato per accogliere gli studenti pronti a sostenere l'esame di maturità

Introduzione

Con l’avvicinarsi di Giugno, migliaia di studenti italiani si preparano ad affrontare una delle tappe più significative del loro percorso scolastico: l’esame di maturità

Questo evento non solo segna solo la conclusione degli studi superiori, ma rappresenta anche un momento di transizione fondamentale verso il futuro accademico e professionale di ogni studente. 

In questo articolo, ci proponiamo di guidare studenti e genitori attraverso le varie fasi dell’esame, in modo da conoscere approfonditamente la struttura, le date e tutte le novità e qualche consiglio in vista della Maturità 2024!

Le Date Delle Prove Dell’Esame Di Maturità 2024

Il Ministero dell’Istruzione ha definito le date delle prove scritte dell’esame di Maturità 2024. Le prove scritte ed hanno una durata totale di 6 ore per ciascun giorno d’esame. Le prove scritte dell’esame di Maturità 2024 si terranno nei seguenti giorni:

  1. Prima Prova Scritta: 19 giugno 2024 alle 8.30
  2. Seconda Prova Scritta: 20 giugno 2024 alle 8.30 
  3. Terza Prova Scritta: 25 giugno 2024 alle 8.30 

Le prove scritte si svolgono lo stesso giorno, allo stesso orario su tutto il territorio nazionale. 

Per gli studenti che non potranno presenziare alle prove in caso di malattia o altro motivo grave, debitamente giustificato e riconosciuto dalla Commissione d’esame, sono già state fissate le date delle prove suppletive che si terranno a luglio nei seguenti giorni:

  1. Prima Prova Scritta: 3 luglio 2024 alle 8.30 
  2. Seconda Prova Scritta: 4 luglio 2024 alle 8.30 
  3. Terza Prova Scritta: 9 luglio 2024 alle 8.30 

Una volta che la Commissione d’esame pubblicherà i risultati delle prove scritte, verrà definito anche il calendario delle prove orali, che cambierà da istituto a istituto. 

Le prove scritte Dell’Esame di Maturità 2024

Nell’ordinamento scolastico italiano, la maturità è composta da due prove scritte principali. La prima prova scritta sonda le capacità dello studente nell’ambito della comunicazione scritta e delle sue competenze di espressione in lingua italiana.

La seconda prova scritta invece è dedicata alla specializzazione della singola scuola, con un esame su una delle principali materie di studio a seconda del tipo di istituto frequentato dallo studente. In alcuni casi particolari, è prevista anche una terza prova, anche questa a seconda della tipologia di istituto frequentato dal ragazzo. 

Prima Prova dell’Esame di Maturità

La Prima prova dell’esame di Maturità, è il tema di italiano e sarà identica per tutti gli indirizzi di studio. La Prima prova è un momento cruciale, necessario per valutare da parte della commissione la padronanza della lingua italiana, le capacità espressive, logico-linguistiche e critiche degli studenti e nel complesso dell’intera capacità dello studente di produrre un testo scritto. 

Le Tipologie di Prove 

Come gli studenti hanno avuto modo di vedere nel corso dei loro studi alle scuole superiori, le tipologie delle prove sono diverse e possono essere divise in tre gruppi principali:

Tipologia AAnalisi del testo

La tipologia A gli studenti si troveranno a dover scegliere tra due proposte di un testo in prosa o un testo poetico, con brani tratti da un’opera di un autore o di un’autrice italiani.

Struttura del testo per la tipologia A

Il testo che gli studenti dovranno elaborare deve comprendere:

  • Analisi e comprensione: con una analisi sulle tecniche stilistiche e narrative usate dall’autore.
  • Commento: il commento deve includere una interpretazione dello studente al testo, facendo riferimento a quello che conosce già dell’autore e/o al periodo storico in quest’ultimo ha vissuto.

Tipologia BTesto argomentativo

Con la tipologia B saranno sottoposte tre proposte diverse su un argomento centrale, che potranno essere di ambito artistico, letterario, filosofico, storico, scientifico, sociale, economico o tecnologico. Gli studenti troveranno un estratto da un testo, dal quale dovranno sviluppare una tesi da sostenere dall’inizio alla fine del testo, usando sia elementi a supporto che elementi che potrebbero confutare la tesi dello studente, in ottica da rafforzare ulteriormente quanto sostenuto dal maturando.

Struttura del testo per la tipologia B

La tipologia B, include anche delle domande, alle quali lo studente dovrà provare a rispondere nella stesura del testo. Un modo efficace per strutturare il testo è il seguente:

  • Introduzione: che deve contenere una sorta di presentazione all’argomento trattato
  • Tesi: sostenuta con argomenti a favore
  • Antitesi: che idealmente dovrebbe includere un contrasto alla tesi dello studente
  • Conclusione: con una sorta di crasi tra la tesi e l’antitesi, nella quale lo studente dovrà tornare a riproporre il suo pensiero come quello corretto.

Tipologia CTema di attualità

La tipologia C invece sottopone allo studente l’argomento oggetto del dibattito culturale o pubblico degli ultimi anni, invitandolo lo studente a trattare l’argomento in modo critico, attingendo dai testi proposti nella traccia.

Struttura del testo per la tipologia C

In modo simile alla tipologia B, la stesura della tipologia C deve includere:

  • Introduzione: lo studente deve scrivere di cosa parlerà nel testo
  • Svolgimento: in cui lo studente dovrà esplorare un pensiero, motivandolo con riferimenti a testi e conoscenze pregresse.
  • Conclusione: in cui lo studente dovrà terminare il testo con magari delle riflessioni personali. 

Prepararsi alla Prova Scritta Dell’Esame Di Maturità

Per prepararti in modo efficace alla prima prova scritta dell’esame di maturità, può essere utile seguire i seguenti consigli:

Ripassare le tipologie

Conoscendo profondamente la struttura delle possibili tracce, gli studenti avranno modo di scrivere testi di qualità e che seguano una struttura chiara, favorendo in questo modo una scrittura limpida. 

Esercitazioni e simulazioni

Per una preparazione efficace è estremamente utile fare delle prove di scrittura su diverse tipologie di testi, non solo durante i temi in classe ma anche durante lo studio individuale.

Sul sito del Ministero dell’Istruzione e del merito, lo studente potrà trovare le tracce uscite agli esami di maturità degli anni precedenti. Il database sul sito del Ministero dell’Istruzione, sono conservate tutte le tracce delle diverse prove a partire dall’anno scolastico 2004/2005. In questo modo, gli studenti avranno accesso centinaia di possibili testi su cui fare pratica.

Leggere e informarsi costantemente

Potrà sembrare un consiglio scontato e banale ma è di vitale importanza. Leggere e informarsi attraverso testi letterari e storici, articoli di giornale o anche guardando il telegiornale sono strumenti essenziali per rimanere informati sul mondo circostante. Questo non è utile unicamente al fine della buona riuscita della prima prova ma anche per diventare cittadini attivi e responsabili.

Una pagina bianca con una matita

Seconda Prova Dell’Esame Di Maturità

La seconda prova dell’esame di maturità, riguarda le discipline caratterizzanti di ciascun percorso di studio. Essa infatti non differisce unicamente dalla tipologia di scuola (liceo, istituto tecnico, istituto professionale) ma anche a seconda dell’indirizzo di studio e viene scelta una delle materie principali del percorso di studio. 

Anche in questo caso, la prova dura sei ore ma con alcune eccezioni: infatti nei licei musicale e coreutico dura due giorni (per un totale di 12 ore) e nel caso dei licei artistici la durata è di tre giorni (18 ore).

Le Materie Della Seconda Prova della Maturità 2024

A seguito la lista delle materie uscite quest’anno in vista della seconda prova dell’esame di maturità:

Licei

  • Liceo Classico: Greco
  • Liceo Scientifico (anche per gli indirizzi Scienze Applicate e Sportivo): Matematica
  • Liceo Delle Scienze Umane: Scienze Umane
  • Liceo Delle Scienze Umane a Indirizzo Economico-Sociale: Diritto ed economia
  • Liceo Artistico: Discipline progettuali
  • Liceo Musicale: Teoria, analisi e composizione
  • Liceo Coreutico: Tecniche della danza

Istituti tecnici

  • Amministrazione, Finanza e Marketing (AFM): Economia aziendale
  • Relazioni Internazionali Per Il Marketing (RIM): Economia aziendale e Geo-politica
  • Turistico: Discipline turistiche e aziendali
  • Costruzione, Ambiente e Territorio (CAT): Topografia
  • Informatica e Telecomunicazioni: Sistemi e reti
  • Grafica e Comunicazione: Progettazione multimediale
  • Agrario: Trasformazione dei prodotti 
  • Agrario articolazione Viticoltura ed enologia: Viticoltura e difesa delle vite

Istituti professionali

  • Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera: Scienza e cultura dell’alimentazione 
  • Accoglienza turistica: Diritto e tecniche amministrative
  • Servizi commerciali: Tecniche professionali dei servizi commerciali
  • Manutenzione e assistenza tecnica: Tecnologie di diagnostica
  • Servizi socio-sanitari: Psicologia

Prepararsi Alla Seconda Prova Dell’Esame di Maturità

Anche se questo può sembrare un ulteriore consiglio banale, il modo più sicuro che garantisce un successo certo nella seconda prova è uno studio costante durante il corso di tutto l’anno scolastico. Studiando costantemente gli studenti avranno modo di capire gli argomenti durante tutto il corso delle lezioni del quinto anno, arrivando alla maturità con le giuste competenze e con maggior sicurezza.

Il ripasso degli argomenti rimane comunque un importante passaggio da effettuare, concentrandosi particolarmente sulle materie uscite quest’anno alla maturità. 

Inoltre, organizzare il materiale di studio e creare delle efficaci mappe concettuali, sono metodi utili per velocizzare il ripasso.

Anche in questo caso, sul sito del Ministero dell’istruzione sono disponibili delle simulazioni e le tracce degli anni precedenti, che gli studenti possono essere utilizzate per fare delle prove dell’esame.

Terza prova scritta (solo in alcuni casi particolari)

Come abbiamo già accennato nell’introduzione a questo sotto capitolo, la terza prova è prevista solo in alcuni casi specifici che dipendono dall’ordinamento dell’istituto. 

  • ESABAC (ed ESABAC techno): nel caso del diploma congiunto italo-francese, gli studenti di questo indirizzo (presente nei licei linguistici, licei delle scienze umane con opzione economico-sociale e gli istituti tecnici con indirizzi come amministrazione, finanza e marketing o il turistico) effettueranno una prova di competenza in lingua francese, trovandosi davanti un testo di storia, letteratura e cultura francese.
  • Sezioni Con Opzione Internazionale: nel caso di alcuni tipi di liceo, che aggiungo lo studio di una seconda lingua, che possono essere in particolare spagnolo, tedesco o cinese.
Una scrivania con numeroso materiale di studio

Hai bisogno di un dizionario? Per sostenere l’esame di maturità, può essere fondamentale avere a portata di mano un dizionario. Leggi la nostra guida sull’acquisto dei dizionari per studenti e sei hai ancora dubbi, puoi trovarci in uno dei nostri negozi ScuolaUsato a Prato, Prato Valsugana, Scandicci e Livorno!

Novità Maturità 2024 – Il “Capolavoro”

Il Capolavoro dello studente, è una novità della Maturità 2024. Il Capolavoro, può essere un lavoro qualsiasi realizzato dallo studente che sceglie di portarlo alla maturità. Il Capolavoro è un prodotto personale che deve avere come obiettivo mostrare alla Commissione d’esame quanto appreso nel corso dei cinque anni di scuola superiore.

L’elaborato del Capolavoro, non è obbligatorio alla fine dell’esame di maturità, ma fortemente consigliato per la possibilità di mostrare le competenze e le attitudini del singolo studente. Il Capolavoro può essere uno dei punti di partenza per il dialogo con la commissione, dando allo studente la possibilità di approfondire il proprio percorso personale.

Il Capolavoro dello studente, va caricato sul E-Portfolio sulla piattaforma Unica del Ministero dell’Istruzione (sulla quale sarà necessario accedere tramite SPID).

Il Colloquio Orale e La Votazione Finale

Dopo che gli studenti avranno svolto le prove scritte dell’esame di maturità, la Commissione d’esame si riunirà per le dovute correzioni. Una volta pubblicate le correzioni alle prove scritte, verrà pubblicato anche un calendario in cui verranno definiti i giorni e gli orari degli esami orali

L’obiettivo della prova orale è quello di cercare di sondare le capacità dello studente di collegare e fare riferimento ad argomenti diversi, tutti appresi nel corso del percorso scolastico dello studente. La Commissione d’esame farà delle domande allo studente a partire da uno spunto (diverso per ciascun studente e scelto dalla Commissione) in modo non solo di cercare di valutare le competenze acquisite anche da valorizzare il percorso formativo, la sua crescita intellettuale e i talenti del singolo studente. 

Nell’ambito del colloquio, il candidato espone mediante una breve relazione (e/o un elaborato multimediale) la sua esperienza PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, l’ex-alternanza scuola-lavoro) svolta a partire dal terzo anno di scuole superiori.

Inoltre, durante la prova orale verranno fatte visionare le prove scritte corrette, in modo che lo studente possa vedere gli errori commessi.

Votazione finale dell’Esame di Maturità 2024

Crediti

Nel corso del percorso lo studente il credito viene tenuto conto nella definizione dei voti finali dell’Esame Di Maturità. L’assegnazione dei crediti viene fatta al termine di ogni anno scolastico durante gli scrutini degli ultimi tre anni di scuola. Ai fini dell’assegnazione dei crediti, pesa non solo la media finale decisa agli scrutini di fine anno ma anche altre la partecipazione ad attività extracurriculari (come corsi, certificazioni ecc), attività di volontariato e il PCTO.

A seguito trovate una tabella elaborata dal Ministero dell’Istruzione che mostra come vengono conferiti crediti nel corso del percorso scolastico degli studenti. 

Media dei votiFasce di credito III ANNOFasce di credito IV ANNOFasce di credito V ANNO
M < 6//7-8
M=67-88-99-10
6 < M ≤ 78-99-1010-11
7 < M ≤ 89-1010-1111-12
8 < M ≤ 910-1111-1213-14
9 < M ≤ 1011-1212-1314-15
Questa tabella, indica il numero di crediti che è possibile prendere per ciascun anno scolastico a partire dalla terza superiore fino alla maturità in relazione alla media dei voti mantenuta nel corso dell’anno scolastico di riferimento.

Definizione Del Voto finale

Per definire il voto finale dell’esame di maturità, il Ministero dell’Istruzione ha stabilito dei massimi di punteggi che è possibile ottenere dal credito scolastico e dal risultato delle prove:

  • massimo 40 punti per il credito scolastico
  • massimo 20 punti per il primo scritto
  • massimo 20 punti per il secondo scritto
  • massimo 20 punti per il colloquio

Sommando i punteggi massimi per ciascuna di questi gruppi, troviamo come risultato il 100, che può essere arricchito dalla commissione (secondo unanimità) anche dalla lode.

Conclusione

Anche se l’esame di maturità può sembrare una prova ardua, una preparazione adeguata e una comprensione chiara delle prove possono trasformarlo in un’opportunità significativa di crescita personale e accademica. 

Ricordiamo agli studenti l’importanza di approcciare lo studio con metodo e di utilizzare tutte le risorse a loro disposizione per massimizzare il loro potenziale. Con il giusto impegno e le strategie appropriate, l’esame di maturità può diventare non solo un traguardo raggiunto, ma anche un solido trampolino di lancio per il futuro.

Aspettando il 20 giugno, auguriamo buona fortuna a tutti gli studenti e le studentesse che affronteranno la maturità 2024!

Scuola Usato - Libri Scolastici usati

Scuola Usato è una rete di librerie specializzata nella vendita di libri scolastici usati, con sedi a Scandicci, Prato e Livorno. Offriamo prodotti di qualità a prezzi accessibili e affidabilità per genitori e studenti, facilitando la gestione economica della vita scolastica attraverso un sistema sostenibile di compra vendita di libri usati. Questo permette non solo un significativo risparmio economico per le famiglie, ma contribuisce anche a ridurre l’impatto ambientale, promuovendo la circolazione e il riutilizzo di risorse già esistenti. Scuola Usato è più di una libreria: è un punto di riferimento nella comunità, dove il valore dell’educazione incontra la sostenibilità e l’economia circolare.

Librerie Scuola Usato

Articoli correlati a Supporto Educativo

Come Scegliere Il Dizionario Giusto

Come Scegliere Il Dizionario Giusto

Indice dei ContenutiIntroduzioneTipi di Dizionari Per La Scuola Medie e La Scuola SuperioreDizionari MonolingueDizionari BilingueDizionari SpecializzatiConsigli per la Scelta del Dizionario GiustoI migliori dizionari per le Scuole ElementariI migliori dizionari per le...

Articoli Recenti

Come Scegliere Il Dizionario Giusto

Come Scegliere Il Dizionario Giusto

Indice dei ContenutiIntroduzioneTipi di Dizionari Per La Scuola Medie e La Scuola SuperioreDizionari MonolingueDizionari BilingueDizionari SpecializzatiConsigli per la Scelta del Dizionario GiustoI migliori dizionari per le Scuole ElementariI migliori dizionari per le...

Vendere Libri Scolastici Usati: La Guida Definitiva

Vendere Libri Scolastici Usati: La Guida Definitiva

Indice dei ContenutiIntroduzionePerché Vendere Libri Scolastici UsatiGuadagno EconomicoBenefici AmbientaliLiberare lo spazio a casaSupporto alla ComunitàCome Preparare I Tuoi Libri Alla VenditaCondizione del LibroPulizia e CuraRimozione di Macchie e SegniRiparazione...