Libri Scolastici, BES e DSA: come fare?

Un bambino dsa des che studia su libri scolastici

Introduzione

Disclaimer:
Questo articolo non sostituisce in nessun modo il parere di un professionista esperto. Si propone di essere una guida informativa sul tema dei libri scolastici per studenti con Bisogni Educativi Speciali (BES) e Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), fornendo indicazioni e suggerimenti utili per genitori e studenti.

Nell’ambito dell’educazione scolastica a tutti i livelli, i Bisogni Educativi Speciali (BES) e i Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) rappresentano una sfida per le scuole italiane e per moltissimi dei loro studenti. La scelta e l’utilizzo dei libri scolastici adeguati, inclusi i libri scolastici usati, sono fondamentali per garantire che ogni studente possa raggiungere il proprio pieno potenziale.

In questo articolo, esploreremo la categoria dei Bisogni Educativi Speciali e dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, conoscendo anche le normative adottate dallo Stato Italiano per aiutare i ragazzi e le ragazze con esigenze educative particolari, con un focus particolare sui libri e in particolare sui libri scolastici usati.

Definizione di BES e DSA

Cosa si intende per BES?

I Bisogni Educativi Speciali (BES) rappresentano una categoria ampia e variegata di difficoltà educative che gli studenti possono affrontare. Questi bisogni non sono limitati a disabilità fisiche o cognitive, ma includono anche difficoltà temporanee o permanenti legate a situazioni di svantaggio socio-economico, culturale o linguistico. La definizione di BES è stata introdotta in Italia con la Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012, che ha ampliato il concetto di bisogni educativi includendo tutte le situazioni in cui uno studente necessita di un supporto personalizzato per migliorare il proprio apprendimento.

Gli studenti con BES possono essere suddivisi in tre categorie principali:

  1. Disabilità: studenti con certificazione di disabilità fisica, psichica o sensoriale.
  2. Disturbi Evolutivi Specifici: studenti con DSA, ADHD, disturbi del linguaggio, ecc.
  3. Svantaggio Socio-Economico, Culturale e Linguistico: studenti che vivono in contesti socio-economici difficili, persone migranti con difficoltà linguistiche, ecc.

Quali sono i principali DSA?

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) sono una categoria di disturbi che interferiscono con l’acquisizione delle abilità scolastiche fondamentali. 

Questi disturbi sono di origine neurobiologica e possono manifestarsi in diverse forme:

  • Dislessia: È un disturbo specifico della lettura che si manifesta con difficoltà nella decodifica dei testi scritti, compromettendo la capacità di leggere in modo corretto e fluente. Gli studenti con dislessia spesso leggono più lentamente e commettono errori nella lettura.
  • Disgrafia: È un disturbo della scrittura che riguarda la difficoltà nella riproduzione dei segni grafici. Si manifesta con una scrittura illeggibile e disordinata da parte dello studente, che può anche avere difficoltà a mantenere una postura corretta durante la scrittura.
  • Disortografia: È un disturbo che colpisce la capacità di scrivere correttamente dal punto di vista ortografico. Gli studenti con disortografia commettono frequenti errori di ortografia che non sono attribuibili a una mancata conoscenza delle regole ortografiche.
  • Discalculia: È un disturbo specifico che compromette la capacità di comprendere e lavorare con i numeri. Gli studenti con discalculia possono avere difficoltà nel calcolo, nella comprensione delle quantità e nella manipolazione dei numeri.

Per un approfondimento sui DSA, si può consultare la pagina dedicata del Ministero dell’Istruzione.

Normative e Linee Guida su BES e DSA

Normative italiane su BES e DSA

In Italia, le normative sui Bisogni Educativi Speciali (BES) e sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) sono state sviluppate per garantire l’inclusione scolastica e il diritto all’istruzione per tutti gli studenti, indipendentemente dalle loro difficoltà. 

Di seguito le principali normative che regolano questo ambito:

  1. Legge 170/2010:
    • Questa legge riconosce ufficialmente i DSA (Dislessia, Disgrafia, Disortografia e Discalculia) e prevede misure di supporto specifiche per gli studenti che ne sono affetti.
    • Misure previste: Personalizzazione dei percorsi didattici, uso di strumenti compensativi e dispensativi, formazione specifica per gli insegnanti e collaborazione tra scuola e famiglia.
  2. Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012:
    • Introduce il concetto di BES, estendendo le misure di supporto non solo agli studenti con DSA ma anche a quelli con altre difficoltà, tra cui disabilità, svantaggio socio-economico, linguistico e culturale.
    • Misure previste: Piani Didattici Personalizzati (PDP), supporto personalizzato, risorse aggiuntive e adattamenti curriculari.
  3. Legge 104/1992:
    • Questa legge è il quadro di riferimento per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con disabilità.
    • Misure previste: Integrazione scolastica, diritto all’educazione e all’istruzione nelle scuole di ogni ordine e grado, sostegno didattico e misure compensative.

Il Piano Didattico Personalizzato (PDP)

Il Piano Didattico Personalizzato (PDP) è uno strumento fondamentale per garantire un percorso di apprendimento efficace e inclusivo per gli studenti con BES e DSA. Ecco una panoramica dettagliata sul PDP:

Cos’è il PDP? 

Il PDP è un documento ufficiale redatto dalla scuola in collaborazione con le famiglie e, se necessario, con specialisti esterni. Ha lo scopo di definire un percorso didattico personalizzato per lo studente, includendo obiettivi specifici, strategie didattiche, strumenti compensativi e misure dispensative.

Una persona che scrive

Elementi chiave del PDP

  1. Dati anagrafici e descrizione del caso: Informazioni generali sullo studente, descrizione delle difficoltà riscontrate e diagnosi (se presente).
  2. Obiettivi specifici: Definizione degli obiettivi didattici personalizzati in base alle necessità dello studente.
  3. Strategie didattiche: Metodologie e approcci didattici che verranno utilizzati per facilitare l’apprendimento dello studente.
  4. Strumenti compensativi: Elenco degli strumenti tecnologici e delle risorse che aiuteranno lo studente a superare le sue difficoltà (es. software di sintesi vocale, mappe concettuali).
  5. Misure dispensative: Attività o prove da cui lo studente sarà dispensato a causa delle sue difficoltà (es. lettura ad alta voce, scrittura veloce).
  6. Monitoraggio e verifica: Modalità di monitoraggio e valutazione dei progressi dello studente.

Importanza del PDP

Il PDP permette di adattare l’insegnamento alle esigenze specifiche di ciascuno studente, favorendo un apprendimento più efficace. Il PDP è fondamentale anche per coinvolgere la famiglia in modo attivo, in modo da poter sostenere lo studente anche a casa. L’obiettivo finale del PDP è l’inclusione delle studente, in modo che possa avere le stesse opportunità e successi dei compagni di classe.

Come funziona per i libri scolastici

Un genitore che si approccia per la prima volta ai libri scolastici delle scuole medie e delle scuole superiori, può trovarsi disorientato e non sapere quali libri siano giusti per i propri figli con Bisogni Educativi Speciali (BES) e Disturbi Specifici Dell’Apprendimento (DSA). In molti casi, nelle scuole si preferisce l’utilizzo degli stessi libri dei compagni, favorendo in questo modo l’inclusione. Tuttavia, questo cambia da caso a caso e viene valutato con l’aiuto dei professori che sapranno guidare al meglio le famiglie attraverso il sopracitato Piano Didattico Personalizzato (PDP).

Tuttavia, per quanto riguarda il materiale didattico è bene ricordare che questo soddisfi i seguenti requisiti:

  1. Leggibilità e Accessibilità: I libri devono essere facilmente leggibili, con un carattere adeguato e una formattazione chiara.
  2. Contenuti Chiari e Strutturati: I contenuti devono essere presentati in modo chiaro e organizzato, con sezioni ben definite e utilizzo di strumenti visivi.
  3. Adattamenti Personalizzati: I libri devono essere facilmente adattabili alle esigenze individuali degli studenti, con possibilità di modificare la dimensione del testo, i colori di sfondo e altre caratteristiche visive.

Libri Digitali

Tra i vari strumenti i libri digitali offrono numerosi vantaggi per gli studenti con BES e DSA, facilitando l’accesso ai contenuti e permettendo una personalizzazione dell’apprendimento

Ecco alcune delle caratteristiche chiave dei libri digitali adatti a questi studenti:

  1. Sintesi Vocale: I libri digitali possono essere letti ad alta voce da software di sintesi vocale, aiutando gli studenti con dislessia a comprendere meglio il testo.
  2. Personalizzazione del Testo: Gli studenti possono modificare la dimensione del carattere, il tipo di font e i colori di sfondo per migliorare la leggibilità e ridurre l’affaticamento visivo.
  3. Funzioni Interattive: I libri digitali spesso includono funzioni interattive come link ipertestuali, video integrati e quiz, che rendono lo studio più coinvolgente.
  4. Accesso Immediato alle Risorse: Con i libri digitali, gli studenti hanno accesso immediato a dizionari, traduttori e altre risorse online che possono aiutare nella comprensione del testo.
  5. Annotazioni e Segnalibri Digitali: Gli studenti possono evidenziare parti del testo, aggiungere note e inserire segnalibri digitali per una revisione più facile e organizzata.
  6. Compatibilità con Dispositivi Multipli: I libri digitali possono essere letti su vari dispositivi come tablet, computer e e-reader, offrendo flessibilità nello studio.

Caratteristiche dei libri scolastici adatti a studenti con BES e DSA

Se docenti e famiglia attraverso il Piano Didattico Personalizzato scelgono l’utilizzo di libri semplificati, in commercio sono reperibili numerosi testi che vanno a soddisfare le esigenze degli studenti.

Scuole Medie 

Durante le scuole medie, gli studenti con BES e DSA affrontano nuove sfide scolastiche e sociali. È essenziale che i libri scolastici rispondano alle loro esigenze specifiche. Ecco alcune delle caratteristiche principali:

  1. Font ad Alta Leggibilità: L’utilizzo di caratteri come Arial, Verdana o OpenDyslexic può migliorare la leggibilità del testo.
  2. Formattazione Chiara e Spaziatura Adeguata: Testi ben spaziati e paragrafi brevi aiutano a ridurre l’affaticamento visivo e a migliorare la comprensione.
  3. Supporti Visivi: L’uso di immagini, grafici, diagrammi e mappe concettuali facilita la comprensione dei concetti e rende lo studio più interattivo.
  4. Versioni Digitali: Ebook con funzioni di sintesi vocale e possibilità di annotazioni digitali possono essere molto utili.
  5. Sezioni Riassuntive e Punti Chiave: Avere riassunti a fine capitolo e punti chiave evidenziati aiuta a focalizzare l’attenzione sugli aspetti principali del contenuto.

Ecco alcuni esempi di libri semplificati che potrebbero essere utilizzati per gli studenti con BES e DSA durante le Scuole Medie:

  • Italiano grammatica: M. Meneghini, A. Lorenzi, Con Le Parola, Edito Loescher (ISBN: 9788858326572)
  • Storia: E. Romanelli. N. Vinciprova, Fare Storia 1 – Il Medioevo, Edito Sestante (ISBN: 9788866422877)
  • Matematica: C. Bertinetto, A. Metïaïnen, J. Paasonen, E. Voutilainen, Il Mio Contaci 2, Edito Zanichelli (ISBN: 9788808803122)

Scuole Superiori 

Alle scuole superiori, gli studenti devono affrontare contenuti più complessi e una maggiore quantità di studio autonomo oltre che all’introduzione di nuove materie nel piano di studio. Pertanto, i libri scolastici devono essere particolarmente ben strutturati e supportati da risorse aggiuntive:

  1. Approfondimento e Dettaglio: I testi devono offrire un approfondimento maggiore, mantenendo una struttura chiara e accessibile.
  2. Supporto Multimediale: L’accesso a risorse multimediali come video didattici, lezioni online e simulatori può arricchire l’apprendimento.
  3. Compatibilità con Strumenti Digitali: I testi digitali compatibili con software di lettura e strumenti compensativi facilitano lo studio per studenti con DSA.
  • Fisica: G. Ruffo, N. Lanotte, Fisica Lezioni e Problemi, Edito Zanichelli (ISBN: 9788808778826)
  • Storia Dell’Arte: G. Dorfles, E. Princi, A. Vettese Il Segno Dell’Arte. Dal Quattrocento al Romanticismo B, Edito Atlas (ISBN: 9788826824444)
  • Spagnolo: D. Maisto, M. Salvaggio, Specialmente ¡Me encanta!, Edito Loescher (ISBN: 9788858322659)

Libri Scolastici Usati Per Studenti BES e DSA

Come abbiamo visto nei nostri precedenti articoli dedicati alla vendita e all’acquisto dei libri scolastici usati, usare libri usati è una pratica sempre più diffusa a causa del caro scuola ma che offre anche una serie di vantaggi dal risparmio economico alla sostenibilità. Nonostante le difficoltà, gli studenti con BES e DSA possono usufruire anche di testi usati, magari tenendo conto di alcune accortezze in particolare. In particolare, nella fase di acquisto, può essere utile controllare che i libri non abbiano esercizi svolti a penna in modo da rendere i testi scritti non cancellabili, diminuendo così le potenzialità di apprendimento dei ragazzi. 

Un’altra accortezza potrebbe essere quella di controllare se sono stati attivati o meno i codici digitali dei libri. Ci sono numerosi modi per vedere se un codice è stato utilizzato o meno, ma se si tratta di un libro scolastico usato, questo non può essere sempre garantito. Perciò, una strategia da attuare potrebbe essere quella di fare il controllo dell’attivazione dei codici subito dopo l’acquisto del libro usato. In questo modo, potrete sapere subito se il libro digitale potrà essere usato o meno.

Sapevi che nei negozi ScuolaUsato (ci trovi a Prato, Prato Valsugana, Scandicci e Livorno) hai la possibilità di effettuare il reso gratuito fino al 30 settembre? 

In questo modo se non sei più convinto del libro che hai acquistato potrai renderlo e ottenere in cambio un buono da spendere in negozio!

Conclusioni

La scelta dei libri scolastici per gli studenti con BES e DSA è cruciale per promuovere l’inclusione e garantire che tutti gli studenti abbiano accesso a un’istruzione di qualità. Con l’adozione di metodologie didattiche inclusive, l’uso di risorse digitali, strumenti compensativi e un’attenta selezione dei libri scolastici (inclusi quelli usati), è possibile creare un ambiente scolastico che valorizza e supporta le diversità. 

È fondamentale che le scuole collaborino con le famiglie e i professionisti per sviluppare Piani Didattici Personalizzati (PDP) efficaci, che rispondano alle specifiche esigenze di ogni studente. In questo modo, ogni studente può raggiungere il proprio pieno potenziale e avere pari opportunità di successo.

Scuola Usato - Libri Scolastici usati

Scuola Usato è una rete di librerie specializzata nella vendita di libri scolastici usati, con sedi a Scandicci, Prato e Livorno. Offriamo prodotti di qualità a prezzi accessibili e affidabilità per genitori e studenti, facilitando la gestione economica della vita scolastica attraverso un sistema sostenibile di compra vendita di libri usati. Questo permette non solo un significativo risparmio economico per le famiglie, ma contribuisce anche a ridurre l’impatto ambientale, promuovendo la circolazione e il riutilizzo di risorse già esistenti. Scuola Usato è più di una libreria: è un punto di riferimento nella comunità, dove il valore dell’educazione incontra la sostenibilità e l’economia circolare.

Librerie Scuola Usato

Articoli correlati a Famiglia e Educazione

Come Leggere Una Lista Delle Adozioni

Come Leggere Una Lista Delle Adozioni

Indice Dei ContenutiIntroduzioneChi sceglie i libri adottatiIl Ruolo del Consiglio Dei Docenti Tempistiche e Stabilità delle AdozioniLinee Guida MinisterialiBreve Glossario Dei Libri di ScuolaCome leggere una lista delle adozioniFAQ - Domande frequentiCome faccio a...

Come Comprare Libri Scolastici Usati: consigli e suggerimenti

Come Comprare Libri Scolastici Usati: consigli e suggerimenti

Indice dei ContenutiIntroduzionePerché Scegliere I Libri Scolastici UsatiRisparmio Economico e Benefici AmbientaliRiduzione dei CostiPossibilità di Reinvestire il RisparmioRiduzione dello Spreco di RisorsePromozione della Cultura del RiusoCome Scegliere I Libri...

Vendere Libri Scolastici Usati: La Guida Definitiva

Vendere Libri Scolastici Usati: La Guida Definitiva

Indice dei ContenutiIntroduzionePerché Vendere Libri Scolastici UsatiGuadagno EconomicoBenefici AmbientaliLiberare lo spazio a casaSupporto alla ComunitàCome Preparare I Tuoi Libri Alla VenditaCondizione del LibroPulizia e CuraRimozione di Macchie e SegniRiparazione...

Articoli Recenti

Scuola e Libri Digitali: Pro e Contro per Studenti e Genitori

Scuola e Libri Digitali: Pro e Contro per Studenti e Genitori

IntroduzioneCosa Sono I Libri DigitaliDifferenze tra Libri Digitali ed eBookFormato Digitale Del Libro CartaceoPro e Contro Dei Libri DigitaliPro dei Libri DigitaliContro dei Libri DigitaliPossibilità e Dubbi sui Libri DigitaliPossibilità dei Libri DigitaliClassi 2.0,...

Come Leggere Una Lista Delle Adozioni

Come Leggere Una Lista Delle Adozioni

Indice Dei ContenutiIntroduzioneChi sceglie i libri adottatiIl Ruolo del Consiglio Dei Docenti Tempistiche e Stabilità delle AdozioniLinee Guida MinisterialiBreve Glossario Dei Libri di ScuolaCome leggere una lista delle adozioniFAQ - Domande frequentiCome faccio a...

Come Comprare Libri Scolastici Usati: consigli e suggerimenti

Come Comprare Libri Scolastici Usati: consigli e suggerimenti

Indice dei ContenutiIntroduzionePerché Scegliere I Libri Scolastici UsatiRisparmio Economico e Benefici AmbientaliRiduzione dei CostiPossibilità di Reinvestire il RisparmioRiduzione dello Spreco di RisorsePromozione della Cultura del RiusoCome Scegliere I Libri...